WhatsApp Image 2018-02-09 at 12.07.39L’Istituto Euclide apre le porte al territorio e ospita più di 150 docenti tra Tutor insegnanti di educazione fisica e Insegnanti della Scuola Primaria impegnati nel progetto Sport di Classe promosso e realizzato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano per diffondere l’educazione fisica e l’attività motoria nella scuola primaria.

Il progetto Sport di Classe prevede l’organizzazione di Seminari di Formazione Provinciali, d’intesa con la Scuola Regionale dello Sport del CONI Puglia, rivolti a tutti i Tutor e insegnanti referenti coinvolti.

Il 5 febbraio la Preside, docente di matematica, ha aperto i lavori ricordando l’importanza del senso della corporeità e “la conoscenza del mondo” che fa riferimento proprio all’ordine, alla misura, allo spazio, al tempo, alla natura. I contenuti sono inerenti sia alle capacità di raggruppamento, ordinamento, quantificazione e misurazione di fatti e fenomeni della realtà e alle abilità necessarie per interpretarla e per intervenire consapevolmente su di essa, sia alla scoperta e la prima sistematizzazione delle conoscenze della realtà naturale ed artificiale attraverso i sistemi simbolici di riferimento della conoscenza scientifica nei quali entrano in gioco l’intelligenza spaziale, logico-linguistica e i collegamenti con il pensiero matematico. Il compito dell’insegnante è quello di aiutare il bambino a “matematizzare”, cioè a passare da una rappresentazione elementare della realtà ad una sempre più strutturata, sempre in modo ludico, in cui entrano come elementi fondamentali e irrinunciabili caratteristiche come la numerosità, la forma, l’estensione, la quantità. I lavori condotti dai docenti Colonna C.,Massari M,Sirressi A., sono proseguiti in palestra dove attraverso una pratica laboratoriale e giocosa si è avviato un processo di crescita culturale in cui la Palestra è vissuto come un Grande Foglio operativo dove la parola chiave è esperienza: esperienza puramente motoria che si intreccia costantemente con le percezioni visive ,tattili e cinestesiche che offrono incessanti occasioni di conoscenza. Il “fare” nelle diverse situazioni, è sempre correlato con il porsi domande, con lo scoprire connessioni, con il provare strategie, con il darsi spiegazioni.

Prossimi incontri si terranno il prossimo 9 e 11 aprile….non vediamo l’ora!

Print Friendly, PDF & Email